Sport in acqua: vantaggi e benefici dell’attività fisica in piscina

Sport in acqua: vantaggi e benefici dell’attività fisica in piscina

sport-in-acqua-vantaggi-attività-fisica-in-piscina

Al San Rossore Sport Village conosciamo bene i lati positivi dell’attività fisica in piscina: dall’assenza di gravità al movimento che coinvolge tutti i muscoli del corpo, ecco cosa succede quando svolgiamo uno sport in acqua.

Gli antichi Greci, già consapevoli del ruolo sociale dell’attività natatoria, asserivano che l’ignorante “non sa né leggere né nuotare” (Platone, Leggi 689). Anche i romani conoscevano gli effetti benefici dell’acqua, come attesta la locuzione “Salus per Aquam” (tradotta poi nel mondo anglosassone come SPA), che in latino significa “salute per mezzo dell’acqua”.

Il movimento in acqua ci riconduce così agli sport tipici di questo ambiente. Noi del San Rossore Sport Village lo sappiamo bene perché all’interno del nostro staff ci sono ex atleti di alto livello e perché la nostra struttura è dotata di ben due piscine per diverse attività. Non è però necessario essere nuotatori esperti per praticare attività fisica in acqua e per poter beneficiare di tutti i vantaggi che ne derivano.

Immersi in una piscina, è possibile replicare molte attività motorie terrestri in posizione sia clinostatica (orizzontale) sia ortostatica (verticale). In entrambi i casi, l’assenza di gravità permette di compiere movimenti a catena cinetica aperta, cioè senza appoggi, con notevoli benefici per le articolazioni. Grazie a questa caratteristica, l’ambiente acquatico offre pari opportunità di movimento e un conseguente beneficio a tutte le categorie di persone, incluse quelle con difficoltà deambulatorie per infortuni e con particolari condizioni fisiche come donne in dolce attesa o persone in sovrappeso.

La densità dell’acqua, maggiore rispetto a quella dell’aria di circa 800 volte, è un elemento importante per due aspetti. Se da un lato permette un miglior controllo dei movimenti, dall’altro offre una maggiore resistenza proprio ai movimenti stessi, impegnando il corpo a spendere più energia. In questo modo, l’attività risulta allenante anche in caso di bassi regimi.

Inoltre, la maggiore pressione esercitata dall’acqua, anche a livello superficiale, offre benefici sia alla circolazione sanguigna sia alla frequenza cardiaca, favorendo un’attività fisica impegnativa con un alto consumo calorico, un numero di battiti cardiaci inferiore rispetto all’attività terrestre e una migliore efficienza respiratoria. In definitiva, l’elemento acqua amplifica i benefici della stessa attività fisica svolta a terra e ha un grande effetto rilassante sul corpo e sulla mente: un prezioso aiuto contro lo stress che accumuliamo ogni giorno.


Condividi articolo