Riabilitazione Neurologica

triangolo

valutare tutte le risorse potenziali dell’individuo

Per stabilire obiettivi funzionali raggiungibili e ritrovare l'autonomia

La riabilitazione neurologica è oggi una disciplina la cui necessità è in forte crescita. La ricerca epidemiologica indica infatti che le malattie neurologiche costituiscono frequentemente causa di disabilità: basti pensare alle malattie cerebrovascolari come l’ictus o a patologie degenerative come il Morbo di Parkinson. L’invecchiamento della popolazione ne ha inoltre aumentato l’incidenza, incrementando quindi i bisogni di assistenza riabilitativa. Tali sindromi coinvolgono strettamente anche le persone vicine al paziente.

I professionisti del centro di fisioterapia e riabilitazione San Rossore Sport Village® operano da molti anni nel settore della riabilitazione neurologica. In particolare, i nostri esperti hanno sviluppato programmi per la Sclerosi Multipla e per il Morbo di Parkinson che stanno dimostrando ottimi risultati.

DIAGNOSI

Durante la visita di ingresso il fisiatra raccoglie dati anamnestici e clinici e formula un progetto di intervento, realizzando così la presa in carico del paziente con un piano globale coordinato e individualizzato per ogni persona. La diagnosi e la visita iniziale devono essere in grado di valutare tutte le risorse potenziali dell’individuo per prevedere le possibilità di reinserimento. Vengono tenuti in massima considerazione le esigenze e le aspettative del paziente e dei familiari.

RIABILITAZIONE NEUROLOGICA

Il progetto riabilitativo è la cornice di riferimento per l’analisi del bisogno riabilitativo del paziente. Definisce inoltre le varie aree di intervento e gli obiettivi funzionali raggiungibili.

Al centro di fisioterapia e riabilitazione San Rossore Sport Village operano professionisti esperti, con un focus particolare soprattutto sul Morbo di Parkinson e la Sclerosi Multipla. Abbiamo infatti riscontrato che queste due patologie sono tra quelle che più si giovano della riabilitazione neurologica, soprattutto se effettuata con programmi di lungo periodo.

La struttura, nell’ambito di competenza, esegue prestazioni di recupero e riabilitazione funzionale:

  • Kinesiterapia: con esercitazioni di rieducazione neuromotoria, rieducazione propriocettiva, facilitazioni neuromuscolari, effettuati manualmente o con l’ausilio di piccoli attrezzi o macchine (bike, tapis-roulant, macchinari isotonici) si mira al recupero funzionale di muscoli o segmenti corporei colpiti, al rafforzamento di quelli rimasti integri e al recupero delle capacità aerobiche.
  • Riabilitazione dell’autonomia: sfruttiamo le possibilità motorie e cognitive recuperate e studiamo l’eventuale applicazione di ausili tecnologici e di modifiche ambientali per evitare o ridurre le necessità di assistenza e mirare al reinserimento scolastico o lavorativo.

PATOLOGIE

MALATTIE DEGENERATIVE

Come il Morbo di Parkinson, la Sclerosi Multipla, la Paraplegia Spastica. Sono le sindromi che, se trattate con costanza e per un lungo periodo in uno stadio non avanzato della malattia, conducono ad un recupero funzionale talvolta sorprendente e possono consentire una vita piena e ricca al paziente.

MALATTIE MENTALI, DEMENZE, DETERIORAMENTI COGNITIVI

Le persone affetta da questo eterogeneo gruppo di malattie hanno in comune un basso livello di forma fisica e uno stile di vita sedentario. Una vasta evidenza scientifica afferma l’importanza dell’attività psicomotoria per combattere questi fattori, oltre a positivi effetti sulla salute mentale. Programmi attenti alle varie necessità e aspirazioni individuali, come proposte di attività anche all’aperto, consentono di centrare tali importanti obiettivi.

MALATTIE CEREBRO-VASCOLARI

Come l’ictus (anche noto come stroke o infarto cerebrale) ischemico o emorragico. In questi casi risulta fondamentale riabilitare l’autonomia e sviluppare le capacità residue della persona. È consigliabile ripetere 2/3 cicli riabilitativi durante l’anno e poi eseguire al proprio domicilio esercitazioni concordate.

TRAUMI CRANICI O MIDOLLARI CON ESITI

Alcuni traumi di grave entità possono portare a emiplegia, paraplegia o tetraplegia. Essendo spesso derivati da incidenti stradali possono colpire persone anche molto giovani. In questi casi occorre un duro e costante lavoro di rieducazione utile anche in considerazione che la patologia non limita la durata della vita.

TUMORI CEREBRALI O SPINALI CON ESITI

Anche alcune tipologie di tumore possono portare all’emiplegia o alla paraplegia. E anche in questi casi il giusto percorso riabilitativo consente ai pazienti di imparare a sfruttare al meglio le potenzialità rimaste.

MALATTIE DEI NERVI PERIFERICI

Tra queste possiamo annoverare la paresi del facciale, le mononeuropatie e le polineuropatie. Alcune malattie tra questo gruppo portano fortunatamente ad una remissione dei sintomi quasi totale, per cui l’importanza di una buona riabilitazione risulta evidente.

ALTRE PATOLOGIE

Esistono in neurologia molte altre malattie, più o meno rare, che danno comunque un quadro motorio sovrapponibile a quelli già descritti. In tali casi la visita di inquadramento del paziente sarà determinante per individuare lo specifico bisogno riabilitativo della persona.

 

resta sempre informato

Do il consenso per la ricezione di comunicazioni e promozioni da San Rossore Sport Village®, come da Privacy Policy